GENERALITA'

DP SYSTEM è una tecnologia innovativa che consente di decorare la superficie di qualsiasi oggetto indipendentemente dal materiale e dalla forma in cui è prodotto mediante il trasferimento di un disegno stampato sopra un film idrosolubile.
Non vi è limite alla gamma di soluzioni grafiche ottenibili e quelle realizzate, oltre 500, consentono effetti quali:

legni, radiche, marmi, graniti, pelli, tessuti, tartarugati, metalli ossidati, grafiche astratte, floreali, fantasie.

Oltre ai motivi esistenti è possibile riprodurre qualsiasi altro motivo mediante la realizzazione di speciali cilindri da stampa.

TECNOLOGIA
Il trattamento del pezzo è molto semplice e consente di ottenere risultati impensabili con i sistemi tradizionali di decorazione.

Il ciclo produttivo è il seguente:

- il film prestampato viene steso sopra la superficie dell'acqua contenuta in una vasca, ad una determinata temperatura, e dopo pochi secondi viene attivato con un prodotto specifico;
- il pezzo od il telaio portapezzi da decorare viene immerso nell'acqua e, per pressione della stessa, il disegno stampato sul film si trasferisce sui particolari;

- il pezzo od il telaio portapezzi viene quindi lavato ed asciugato;
- i particolari così decorati devono essere protetti con una vernice trasparente con le caratteristiche chimico-meccaniche idonee all'uso finale.

LIMITAZIONI

Il trattamento è eseguibile direttamente solo su: ABS (Acrilobutadienestirolo),
PC (Policarbonato), PS (Polistirolo antiurto); verificare la possibilità su altre superfici plastiche.

Tutte le altre superfici, plastiche, metalli, legni e derivati, vetro-ceramica, devono essere pretrattate con vernici, a polvere o liquide, che consentano il perfetto aggrappaggio del disegno sul pezzo e non sono necessari prodotti speciali.

INQUINAMENTO ED AMBIENTE

Premesso che:
- una vasca di formato utile di mm. 1000 x 2000 x 700 contiene 1400 lt d'acqua;
- che nelle 8 ore, per 22 giorni/mese, si trattino 1980 telai;
- che per trattare 1980 telai, a formato pieno, si utilizzino 118 lt di attivatore;
si desume che il contenuto di solventi disciolti nell'acqua incida al massimo per 8,4%, ma considerando che:
- parte dell'attivatore si disperde, per nebulizzazione, nell'ambiente;
- parte dell'acqua viene continuamente reintegrata durante il processo, sia a causa della sua evaporazione che per la quantità che rimane sui pezzi decorati;
- che il processo è a circuito chiuso e l'acqua viene continuamente filtrata;
la quantità di solventi non supera qualche punto % e quindi il rifiuto che verrà smaltito circa ogni 40/50 gg. viene classificato SPECIALE ma NON TOSSICO/NOCIVO.

Ovviamente, anche le emissioni in atmosfera sono di livelli bassissimi, anche se è bene che l'ambiente di lavoro abbia un adeguato ricambio d'aria.

CAMPIONATURE E PROTOTIPI

L'esecuzione di prototipi, sia a scopo dimostrativo che per verificare in anticipo le necessità tecnico/produtive, è ottenibile anche mediante attività manuali di estrema semplicità ed immediatezza, pur mantenendo la garanzia della ripetibilità qualitativa.

CONCLUSIONI

L'assoluta assenza di limitazioni date dal materiale e dalla forma da decorare, la gamma illimitata di grafiche, la semplicità del processo, i costi accessibili, fanno del sistema DIP PRINT una tecnologia rivoluzionaria e sorprendente, UNICA nel suo genere, che consente di ottenere risultati fino ad ora impensabili con i tradizionali sistemi decorativi: stampa a caldo, tampografia, serigrafia, transfer, offrendo incredibili nuove opportunità al design ed al marketing.

 





IL PROCESSO PRODUTTIVO

Stampa Stampa | Mappa del sito
©PKB srl, Piazza Sicilia 6, 20146 Milano